Spostamenti fuori comune per i servizi alla persona, parrucchieri ed estetiste. Cna Picena in contatto in tempo reale con le istituzioni del territorio per arrivare a un chiarimento che tuteli l’operatività dei laboratori e garantisca la tranquillità dei cittadini. Monito a esercenti e clienti: diffidare da notizie affidate al passaparola e non supportate da specifici provvedimenti normativi

Spostamenti fuori comune per i servizi alla persona, parrucchieri ed estetiste. Cna Picena in contatto in tempo reale con le istituzioni del territorio per arrivare a un chiarimento che tuteli l’operatività dei laboratori e garantisca la tranquillità dei cittadini. Monito a esercenti e clienti: diffidare da notizie affidate al passaparola e non supportate da specifici provvedimenti normativi

Molte notizie corrono in queste ore, soprattutto sul web, riguardo la possibilità di raggiungere il proprio parrucchiere o estetista di fiducia che esercita però l’attività al di fuori del comune di residenza. La Cna Picena è in attesa di un chiarimento preciso e dettagliato dagli organismi istituzionali che hanno facoltà di pronunciarsi su questo argomento.

In attesa di questi chiarimenti, sollecitati con pressante urgenza dall’Associazione, la Cna Picena invita titolari di laboratori e clienti a non affidarsi al passaparola che, in mancanza di atti normativi concreti, potrebbe portare a sgradevoli sanzioni.

Per ora l’unica certezza è che il nuovo Dpcm recita: “E’ vietato ogni spostamento con mezzi di trasporto pubblici o privati, in un comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi e non disponibili in tale comune”.

La risposta attesa da Cna e caldeggiata, per sostenere il lavoro degli artigiani del comparto benessere, è semplice. Ovvero se per ciò che concerne le attività di parrucchiere ed estetista detta norma debba essere interpretata nel senso che, per “motivi di necessità” e comunque in riferimento ad “attività non sospese” (tenuto conto peraltro che le stesse erogano anche trattamenti legati alla cura della persona) il cittadino si possa servire anche di esercenti di fiducia che si trovino al di fuori del proprio comune di residenza. Ovvero, in molti casi a pochi chilometri di distanza dal comune di residenza, ma comunque in un’altra municipalità.

La Cna Picena sta mantenendo il contatto con le istituzioni per informare in tempo reale utenti e clienti su ciò che si può fare, rispettando le norme in vigore, e quello che al contrario è vietato.

Ci dispiace, i commenti sono chiusi per questo articolo.























CNA Ascoli Piceno
Viale Indipendenza, 42
63100 Ascoli Piceno

Tel: +39.0736.42176
Fax: +39.0736.44709
ascoli@cnapicena.it

P.Iva 80001450446  |  Dir. Resp. Antonio Tempera


Powered by
SIXTEMA Spa