NAUTICA DA DIPORTO, SECONDO I DATI CNA IL 2018 E’ STATO UN ANNO DA RECORD CON UN 14,3% DI CRESCITA DELLA PRODUZIONE. E AD ANCONA LA CNA PICENA PARTECIPA ATIPICITA’ IN BLU, EVENTO DOVE IL MARE INCONTRA LE PERSONE

NAUTICA DA DIPORTO, SECONDO I DATI CNA IL 2018 E’ STATO UN ANNO DA RECORD CON UN 14,3% DI CRESCITA DELLA PRODUZIONE. E AD ANCONA LA CNA PICENA PARTECIPA ATIPICITA’ IN BLU, EVENTO DOVE IL MARE INCONTRA LE PERSONE

Il 2018, un anno eccezionale”. Questa, in sintesi estrema, la fotografia scattata alla nautica da diporto italiana dalla Cna. L’anno scorso il settore ha registrato un incremento produttivo del 14,2%, contro il risicato +0,9% messo a segno dall’intero comparto manifatturiero. Uno scarto confermato da un’analisi a più lungo termine: tra il primo trimestre 2015 e il quarto trimestre 2018 la produzione in termini cumulati della nautica da diporto è cresciuta del 43,6% a fronte del +7,1% della manifattura. A rilevarlo il settimo Rapporto Cna su “Dinamiche e prospettiva di mercato della filiera nautica da diporto”.
A contribuire all’impennata produttiva della nautica le richieste dall’estero per questi gioielli del Made in Italy. Le esportazioni di imbarcazioni diportistiche e sportive dal nostra Paese l’anno scorso sono aumentate, in valore, del 7,9% rispetto al 2017, per un giro d’affari di 1,8 miliardi. Numeri che valgono una fetta del commercio globale pari al 17% e il primato mondiale davanti a Olanda, Usa e Germania (dati 2016). Le Americhe si assicurano oltre il 46% delle esportazioni italiane, davanti ai Paesi europei che ne assorbono intorno al 40%.
La ripresa dell’ultimo quadriennio ha permesso alla nautica italiana di avvicinarsi ai livelli pre-crisi. Fatta cento la produzione del 2008, a fine dicembre 2018 era a quota 93,5 (scontando quindi una perdita del 6,5%) dopo essersi ridotta di oltre il 50% nel 2011. Il settore non è riuscito a riprendersi per lungo tempo, fiaccato da interventi fiscali restrittivi e punitivi, per riavviarsi, si spera definitivamente, a partire dal 2014.
Ma come si può consolidare e irrobustire questa ripresa, frutto finora esclusivamente delle capacità imprenditoriali italiane, anche per evitare che i venti freddi che si sentono soffiare sull’economia possano penalizzare nuovamente il comparto? Per Cna Nautica servono politiche che favoriscano le imprese, esistenti o potenziali, nelle aree vocate. Interventi, quindi, che puntino a incrementare strutture e servizi dedicati; a superare il sotto-utilizzo delle aree demaniali; ad azzerare i conflitti di competenza tra i diversi soggetti istituzionali; a rendere più omogenee normative e tariffe sul territorio nazionale. A integrare queste politiche servono interventi orientati a incrementare la competitività di artigiani, piccole e medie imprese, ossatura del comparto nautico come dell’intera struttura produttiva italiana. In particolare, per Cna Nautica, sono necessari interventi sulla formazione, sul credito, sugli aiuti agli investimenti e di sostegno alle reti e ai processi aggregativi delle imprese.

Tipicità in blu: il luogo dove il mare incontra le persone

Prelibatezze marinare e regata gastronomica, performance artistiche e minicrociere gourmet, visite ai cantieri e laboratori esperienziali, un salone dei libri e dei vini. Dal 16 al 19 maggio Ancona ospita la sesta edizione di Tipicità in blu. Cibo, nautica, pesca, sport, turismo e cultura, da vivere con un programma che interpreta alla perfezione l’anima di questa città situata al centro dello spazio adriatico.
Al Mercato ittico, laddove i pescatori convergono di ritorno dalle battute di pesca, sarà allestito il Blu Village, presso il quale assaggiare le prelibatezze di mare. Pesci e molluschi in ricette tradizionali e rielaborazioni attuali, in abbinamento ai vini delle Marche ed ai prodotti della biodiversità agricola. A Marina Dorica, porto turistico della città, è in programma un contest di pittura su vela ed una performance di musica con strumenti di plastica riciclata, a ricordare che il rapporto tra uomo e mare è bello se in equilibrio. Tuttavia, l’evento clou ambientato in questo bellissimo approdo è la Sailing Chef, regata velica caratterizzata da un’ardita prova di cucina a bordo, una “gara nella gara”.
La Mole Vanvitelliana, pregevole monumento a pianta pentagonale completamente circondato dalle acque, diviene il naturale connubio uomo-mare ed ospita un ricchissimo programma di performance artistiche con volti noti, nonché le “Giornate della pesca”, con laboratori e mostre che esalteranno il ruolo ed il futuro di questa importante attività primaria, ma anche il Conero nel calice, salone dedicato agli inimitabili vini del suggestivo ed inconfondibile promontorio che racchiudono i sentori della macchia mediterranea ed i profumi del mare. L’Arena del mare, base di partenza per esclusive minicrociere gourmet che raggiungeranno la pittoresca baia di Portonovo garantendo un’emozionante quanto gustosa esperienza, la domenica sarà teatro di una rievocazione che ricorderà momenti epici della storia marinara anconetana. Menù in blu ed Aperiblu, proposti nei locali cittadini aderenti all’iniziativa, rappresenteranno un’imperdibile appetitosa occasione per assaporare tutto il gusto del mare Adriatico in tante diverse stuzzicanti sfaccettature.
Tipicità in Blu è frutto di un laboratorio di co-creatività promosso dal Comune di Ancona in collaborazione con un nutrito pool di enti locali, associazioni ed aziende partners operanti nei settori della “crescita blu”.

 

 

Ci dispiace, i commenti sono chiusi per questo articolo.























CNA Ascoli Piceno
Viale Indipendenza, 42
63100 Ascoli Piceno

Tel: +39.0736.42176
Fax: +39.0736.44709
ascoli@cnapicena.it

P.Iva 80001450446  |  Dir. Resp. Antonio Tempera


Powered by
SIXTEMA Spa